lunedì, novembre 28, 2011

Video sulle disposizioni antiriciclaggio per professionisti

Video di ben 6 ore che descrive quali sono le disposizioni antiriciclaggio per professionisti. Il video è stato girato durante un convegno organizzato dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Modena, dal titolo "LE DISPOSIZIONI ANTIRICICLAGGIO PER I PROFESSIONISTI: dal D. Lgs. 25.09.2009 n. 151 al D.M. Giustizia del 16.04.2010
Buona visione!


lunedì, settembre 12, 2011

Cambiare archivio

Cosa fare quando si decide di cambiare l'archivio unico? Ad esempio, quando passo da quello cartaceo a quello informatico? O quando passo da uno informatico ad un altro informatico di altro fornitore?
Alcuni consigli utili ci vengono forniti da Giuseppina Spanò su fisco7.it.

A quanto scrive la Spanò aggiungo solo un mio commento di carattere "tecnologico". Quando si passa da un archivio informatico ad altro di altro fornitore, non sempre è banale conservare il vecchio software in modo che possa ancora funzionare. Infatti sono molto frequenti i casi in cui programmi per elaboratore elettronico smettono di funzionare a seguito di aggiornamenti di altre componenti del sistema operativo ospite.

lunedì, agosto 29, 2011

Nuove disposizioni antiriciclaggio

Disponibili sul sito della Banca d'Italia, le nuove disposizioni in materia di antiriciclaggio:

Con l'emanazione del decreto legge n. 138 del 13 agosto 2011, pubblicato in pari data in Gazzetta Ufficiale, sono state apportate modifiche alle disposizioni circa l'utilizzo di denaro contante, titoli al portatore, assegni e libretti al portatore, di cui all'articolo 49 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231. In particolare, la soglia di 5.000 euro è stata abbassata a 2.500 euro.

Pertanto, a partire dal 13 agosto 2011, per importi pari o superiori a 2.500 euro:

a) È vietato il trasferimento, anche frazionato, di denaro contante, di libretti di deposito bancari e postali al portatore o di titoli al portatore in euro o in valuta estera, effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi, a meno che il trasferimento non avvenga per il tramite di banche, istituti di moneta elettronica e Poste Italiane S.p.A.;

b) Gli assegni bancari e postali, gli assegni circolari, i vaglia postali e cambiari, ivi inclusi i vaglia della Banca d'Italia, devono essere emessi con la clausola di non trasferibilità;

Inoltre, il decreto ha previsto che a far tempo da tale data, il saldo dei libretti di deposito bancari o postali al portatore non può essere pari o superiore a 2.500 euro; quelli esistenti alla data di entrata in vigore del decreto con saldo pari o superiore a 2.500 euro devono essere estinti dal portatore ovvero il loro saldo deve essere ridotto a una somma non eccedente il predetto importo entro il 30 settembre 2011.

Per maggiori informazioni visita www.bancaditalia.it

sabato, luglio 30, 2011

Aggiornate le linee guida dei commercialisti

Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti, ha approvato le modifiche alle linee guida sull'antiriciclaggio in particolare per l'adeguata verifica della clientela, tali modifiche tengono conto delle ultime disposizioni normative e della prassi ministeriale.
Per maggiori informazioni ed approfondimenti:

mercoledì, luglio 20, 2011

Segnalazione telematica delle operazioni sospette

Su fisco7.it potete trovare un interessante articolo di Alessio Biasutti dal titolo "Antiriciclaggio: la segnalazione viaggia sul binario telematico".
Il canale telematico, quindi, deve essere visto come lo strumento necessario per incrociare i flussi di denaro. Esso, infatti, è stato preferito rispetto al cartaceo, con l'intento di favorire una maggiore tempestività nell'invio della segnalazione e della rettifica di eventuali errori, lacune o incongruenze rilevate dalle procedure interne di controllo.
Per maggiori informazioni:

lunedì, luglio 11, 2011

Tempi per la segnalazione di operazioni sospette

Dal sito fiscal-focus.info apprendiamo che sale a tre mesi il termine per comunicare all'UIF le segnalazioni di operazioni sospette:
Sale a tre mesi il tempo entro il quale gli Istituti di credito, gli Intermediari finanziari, i professionisti e gli operatori non finanziari, sono tenuti a segnalare all'Unità di informazione finanziaria, quelle operazioni che, con ogni probabilità, celano il riciclaggio di denaro “sporco”. 
Per approfondire rimando alla fonte.

giovedì, giugno 16, 2011

Incontro antiricilaggio ACBGroup

Sul sito ACBGroup trovate l'annuncio di un incontro di approfondimento sull'antiriciclaggio per professionisti, che si terrà il 29 giugno p.v.
Per maggiori dettagli rimando alla fonte.

martedì, giugno 07, 2011

Obblighi del collegio sindacale

I membri del collegio sindacale sono obbligati agli adempimenti antiriciclaggio con particolare riguardo alla segnalazione di operazione sospetta?
La risposta del quesito ce la fornisce Giovanni Falcone sul suo sito.

lunedì, maggio 23, 2011

Segnalazione telematica delle operazioni sospette

Dal sito lalentesulfisco.it segnalo l'interessante articolo "Banca d’Italia: pubblicate le istruzioni sulle segnalazioni sospette in vigore dal 16.05.2011":

In data 06.05.2011 Banca d’Italia ha pubblicato sul sito istituzionale http://www.bancaditalia.it le istruzioni riguardanti la comunicazione delle segnalazioni sospette in vigore dal 16.05.2011. Le nuove modalità di comunicazione, come indicato dalle istruzioni di Banca d’Italia, riguardano le segnalazioni previste dall’articolo 41 del decreto legislativo 231/2007 secondo cui banche, intermediari finanziari, professionisti, revisori contabili devono inviare alla Unità di informazione finanziaria (UIF) una segnalazione di operazione sospetta quando sanno, sospettano o hanno motivi ragionevoli per sospettare che siano in corso o che siano state compiute o tentate operazioni di:
► riciclaggio;
► finanziamento del terrorismo.
Dal sito gestionale.toscana.it segnalo invece un altro articolo di approfondimento "Professionisti alle prese con l’antiriciclaggio: revisionato il sistema di raccolta e gestione delle segnalazioni di operazioni sospette":

Per i professionisti (alle prese con gli adempimenti antiriciclaggio (tra cui i Commercialisti) le novità sembrano non finire mai. Infatti, il 4 maggio 2011 è stato emanato l’apposito provvedimento (oltre che interessare i noti intermediari finanziari) che disciplina il nuovo sistema di raccolta e gestione delle segnalazioni di operazioni sospette di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo. Il provvedimento (che, quindi, riguarda tutti i soggetti destinatari della normativa antiriciclaggio), i relativi allegati tecnici e la documentazione di supporto sono pubblicati nel sito della Banca d'Italia, sezione Unità di Informazione Finanziaria.

Per maggiori informazioni vedi pure:

domenica, maggio 08, 2011

Antiriciclaggio per il professionista mediatore

Sul sito dell'Ordine dei Commercialisti di Tivoli, si trova un interessante articolo che illustra quali sono gli obblighi antiriciclaggio che gravano sui professionisti che decidono di estendere le loro attività anche alla mediazione.

Ecco come inizia l'articolo "MediaConciliazione - Obblighi antiriciclaggio estesi al mediatore":

Il quadro degli adempimenti antiriciclaggio gravanti sui professionisti si arricchisce di un altro tassello, almeno per coloro che intendano estendere alla mediazione l'ambito delle attività svolte.

Citando ancora, ecco un altro estratto interessante:
L’attenzione, per il professionista che svolge l’attività di mediazione, deve dunque essere focalizzata sui restanti obblighi antiriciclaggio di cui al DLgs. 231/2007: in primis, la segnalazione delle operazioni sospette (art. 41 e ss.), ma anche la comunicazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze delle violazioni all’uso del contante (art. 51), nonché la formazione del personale (art. 54).
Per maggiori approfondimenti rimando all'articolo originale.

martedì, maggio 03, 2011

Procedura telematica per le comunicazioni antiriciclaggio

Vi voglio segnalare l'articolo "Comunicazioni antiriciclaggio: parte la procedura telematica", apparso su lalentesulfisco.it.

Vengono richiamati i soggetti soggetti agli obblighi di adeguata verifica; una attenzione particolare viene data sugli obblighi di professionisti e revisori contabili; descrizione del nuovo canale telematico e di come si articola la segnalazione.

Un ottimo sunto.

sabato, aprile 30, 2011

Controlli antiriciclaggio per professionisti

Dal sito finanzaediritto.it apprendo che per il 2011 la guardia di finanza ha previsto 85 controlli a carico dei professionisti, per verificare che la normativa antiriciclaggio venga applicata correttamente.

Ora non è necessario essere degli esperti di statistica per capire che praticamente nessuno verrà controllato. Concordate con me?

lunedì, marzo 28, 2011

Il software antiriciclaggio da gratuito ad open-source

Sto pensando di rilasciare in modalità aperta (open source) i codici sorgenti del programma di tenuta dell'AUI, per professionisti ed operatori non finanziari.
A tale proposito volevo sapere un vostro parere su quale sito o servizio fosse il più adatto per ospitare i codici sorgenti.
Ogni suggerimento è ben accetto sia per posta elettronica (poderico@gmail.com) che come commento al presente post.

Per chi fosse interessato, è possibile scaricare il programma funzionante per windows all'indirizzo http://www.poderico.it/aui/ 

attenzione Per ottemperare completamente agli obblighi di legge è necessario detenere una descrizione sintetica delle procedure informatiche utilizzate, come meglio specificato al post Documentazione del sistema informatico.

Bollettino semestrale UIF

A cura dell'Unità di Informazione Finanziaria (UIF) è stato redatto il Bollettino Semestrale relativo al periodo Luglio-Dicembre 2010.

Per approfondimenti rimando all'articolo "L'antiriciclaggio con il freno a mano" del sole24ore.com.

I contenuti del bollettino sono schematizzati dall'indice, che riporto per semplicità di consultazione.

PRESENTAZIONE
PARTE I
SEGNALAZIONI DI OPERAZIONI SOSPETTE
1. SEGNALAZIONI DI OPERAZIONI SOSPETTE INVIATE ALLA UIF DAGLI OPERATORI
ECONOMICI
1.1. SOS DI RICICLAGGIO E DI FINANZIAMENTO DEL TERRORISMO - DATI COMPLESSIVI
1.1.1. SOS di riciclaggio e finanziamento del terrorismo - Serie storica (1997 – 2010)
1.1.2. SOS di riciclaggio e finanziamento del terrorismo - Flussi semestrali
1.2. SOS DI RICICLAGGIO
1.2.1. SOS di riciclaggio - Serie storica (1997 – 2010)
1.2.2. SOS di riciclaggio da intermediari finanziari (totale nazionale) – Serie storica (1997-2010)
1.2.3. SOS di riciclaggio da intermediari finanziari ripartite per tipologia di segnalante – Valori assoluti
1.2.4. SOS di riciclaggio da intermediari finanziari ripartite per tipologia di segnalante – Valori percentuali
1.2.5. SOS di riciclaggio da intermediari finanziari - Ripartizione per provincia
1.2.6. SOS di riciclaggio da intermediari finanziari - Ripartizione per provincia (cartogramma)
1.2.7. SOS di riciclaggio da professionisti e operatori non finanziari (totale nazionale)
1.2.8. SOS di riciclaggio da professionisti e operatori non finanziari ripartite per tipologia di segnalante – Valori assoluti
1.2.9. SOS di riciclaggio da professionisti e operatori non finanziari ripartite per tipologia di segnalante - Valori percentuali
1.2.10. SOS di riciclaggio da professionisti e operatori non finanziari – Ripartizione per provincia
1.2.11. SOS di riciclaggio da professionisti e operatori non finanziari - Ripartizione per regione (cartogramma)
1.2.12. SOS di rimpatrio di attività finanziarie dall'estero ex d.l. 78/2009 (cd. Scudo) - Ripartizione per provincia della dipendenza presso cui è avvenuta l'operazione
1.2.13. SOS di rimpatrio di attività finanziarie dall'estero ex d.l. 78/2009 (cd. Scudo) - Ripartizione per provincia della dipendenza presso cui è avvenuta l'operazione
1.3. SOS DI FINANZIAMENTO DEL TERRORISMO
1.3.1. SOS di finanziamento del terrorismo - Serie storica (2001 – 2010)
1.3.2. SOS di finanziamento del terrorismo da intermediari finanziari - Ripartizione per provincia
1.3.3. SOS di finanziamento del terrorismo da intermediari finanziari - Ripartizione per provincia (cartogramma)
1.3.4. Soggetti segnalati per finanziamento del terrorismo ripartiti per nazionalità
1.3.5. SOS di finanziamento del terrorismo per lista di riferimento
1.3.6. SOS relative a intermediari bancari inseriti nelle liste dell’OFAC
2. SEGNALAZIONI ANALIZZATE DALL’UIF
2.1. SOS DI RICICLAGGIO E DI FINANZIAMENTO DEL TERRORISMO ANALIZZATE – DATI COMPLESSIVI
2.1.1. SOS di riciclaggio e finanziamento del terrorismo - Serie storica (1997-2010)
2.1.2. SOS di riciclaggio - Esiti delle analisi
2.1.3. SOS di riciclaggio da intermediari finanziari - Esiti delle analisi
2.1.4. SOS di riciclaggio da professionisti e operatori non finanziari – Esiti delle analisi
2.1.5. SOS di finanziamento del terrorismo – Esiti delle analisi
PARTE II
CONTROLLI E SCAMBI INFORMATIVI
1. CONTROLLI E ACCERTAMENTO DI IRREGOLARITÀ
1.1 Ispezioni
1.2 Fattispecie di possibile rilevanza penale
1.3 Avvio di procedure per l’irrogazione di sanzioni amministrative pecuniarie
2 SCAMBI INFORMATIVI
2.1 Scambi informativi con FIU estere
2.2 Collaborazione con l’Autorità Giudiziaria
PARTE III
RASSEGNA DEI PRINCIPALI PROVVEDIMENTI
1 I PRINCIPALI PROVVEDIMENTI IN MATERIA DI ANTIRICICLAGGIO DEL SEMESTRE
1.1 Normativa primaria
1.2 Normativa secondaria
1.3 Comunicazioni dell'Unità di Informazione Finanziaria

lunedì, marzo 07, 2011

Indicatori di anomalia per operatori non finanziari

Sono stati pubblicati da parte del Ministero dell'Interno l'elenco aggiornato degli indicatori di anomalia per taluni operatori non finanziari:
a) recupero di crediti per conto terzi, in presenza della licenza di cui all'art. 115 del TULPS;
b) custodia e trasporto di denaro contante e di titoli o valori a mezzo di guardie particolari giurate, in presenza della licenza di cui all'art. 134 del TULPS;
c) trasporto di denaro contante, titoli o valori senza l'impiego di guardie particolari giurate, in presenza dell'iscrizione nell'albo delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l'autotrasporto di cose per conto di terzi, di cui alla legge 6 giugno 1974, n. 298;
d) gestione di case da gioco, in presenza delle autorizzazioni concesse dalle leggi in vigore, nonchè al requisito di cui all'art. 5, comma 3, del decreto-legge 30 dicembre 1997, n. 457, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 1998, n. 30;
e) offerta, attraverso la rete internet e altre reti telematiche o di telecomunicazione, di giochi, scommesse o concorsi pronostici con vincite in denaro, in presenza delle autorizzazioni concesse dal Ministero dell'economia e delle finanze - Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, ai sensi dell'art. 1, comma 539, della legge 23 dicembre 2005, n. 266;
f) agenzia di affari in mediazione immobiliare, in presenza dell'iscrizione nell'apposita sezione del ruolo istituito presso la camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, ai sensi della legge 3 febbraio 1989, n. 39;
g) commercio, comprese l'esportazione e l'importazione, di oro per finalità industriali o di investimento, per il quale è prevista la dichiarazione di cui all'art. 1 della legge 17 gennaio 2000, n. 7;
h) fabbricazione, mediazione e commercio, comprese l'esportazione e l'importazione di oggetti preziosi, per i quali è prevista la licenza di cui all'art. 127 del TULPS;
i) fabbricazione di oggetti preziosi da parte di imprese artigiane, all'iscrizione nel registro degli assegnatari dei marchi di identificazione tenuto dalle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura;
l) commercio di cose antiche di cui alla dichiarazione preventiva prevista dall'art. 126 del TULPS;
m) esercizio di case d'asta o galleria d'arte per il quale è prevista la licenza dall'art. 115 del TULPS.

Per maggiori dettagli si rimanda alle seguenti fonti:

lunedì, gennaio 17, 2011

Convegno antiriciclaggio a Caltanissetta

Per il giorno 19 gennaio 2011 è previsto a Caltanissetta il convegno "I professionisti e l'antiriciclaggio" organizzato dall'Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili.

Per maggiori dettagli rimando al sito corriereinformazione.it.

... oppure contattami

Se non hai trovato quello che cerchi contattami con la posta elettronica: poderico@gmail.com

La pubblicità presente su questo sito ha lo scopo di ammortizzare i costi di tenuta dell'infrastruttura.
Il programma per la tenuta dell'arcivio unico informatico distribuito è completamente gratuito.

Post più popolari